Pubblicità Beruby Italia

Promozione IoArte

mercoledì 31 luglio 2013

Ops! Che figura!



Salve a tutti!

Quello che vi propongo oggi è un consiglio di lettura piuttosto "strano". È strano perchè riguarda un libro, una raccolta di racconti per essere precisi fino in fondo, ancora da pubblicare.
Il libro "Ops! Che figura!" verrà pubblicato, per motivi "tecnici", diciamo così, nel corso del prossimo mese di settembre.
A pubblicare questa spassosa raccolta di racconti di gaffes sarà la Butterfly Edizioni.
Dunque, carissimi amici e lettori, segnatevi bene in evidenza sulle vostre agende questo titolo "Ops! Che figura!" in uscita a settembre per la Butterfly Edizioni.
In conclusione un piccolo spot autoreferenziale; nella raccolta di racconti "Ops! Che figura!" sarà inserito anche un mio racconto! :)

Grazie a tutte e tutti voi per l'attenzione e a presto!
Buon mercoledì!

Con simpatia!
posted from Bloggeroid

martedì 30 luglio 2013

Leggenda di un Amore Eterno


Salve a tutti!

Anche oggi ecco arrivare il secondo consiglio di lettura giornaliero. Questo potrebbe sottotitolarsi "Consiglio di lettura a favore di un'amica". Infatti conosco bene, tanto bene quanto lo può permettere la tecnologia e il Mondo Virtuale, l'autrice di "Leggenda di un Amore Eterno", ovvero Monica Pasero.
La conosco a tal punto che, su un altro blog condividiamo un progetto inerente libri e artisti vari.
Non solo conosco Monica ma ho avuto l'onore di leggere in anteprima questo romanzo prima che diventasse un romanzo vero e proprio. Il tutto è successo allorquando Monica stava vagliando tra vari candidati alla prefazione. Io scrissi la mia ma essendo io un assoluto principiante in questo campo la mia prefazione venne, giustamente aggiungo io, scartata a favore di una ben più degna.
Poco male!
Infatti a quella prefazione lascio il compito di presentarvi, in vece mia, "Leggenda di un Amore Eterno".
Siete pronti?
Eccovi la presentazione di "Leggenda di un Amore Eterno" come l'avevo ideata a suo tempo: "Quello che state per leggere è un romanzo a più livelli. È a più livelli nel senso che viene giocato su più epoche. Comincia nel 1100, dove Glory è una bellissima ragazza che, per aiutare la propria famiglia, lavora come serva o, se preferite il linguaggio “terra-terra”, come “sguattera” presso una famiglia di nobili di campagna, una famiglia composta da una madre e due figlie di nessun’altra attrattiva all’infuori dei propri averi, in un casato nei pressi di Londra e Edward è il figlio di un’altra famiglia di nobili di campagna in “crisi finanziaria”, per usare una terminologia attuale. Qui vi è una leggenda che narra di una fata che abita nell’abete più alto della foresta. La fata in questione, si dice, possa legare eternamente due giovani che si incontrino nei pressi di quell’albero. I due giovani si incontrano per la prima voglia quando la famiglia di Edward arriva al palazzo della ricca signora per accasare i due figli alle due figlie della donna, unendo così anche i due patrimoni.
Contemporaneamente il romanzo è ambientato anche ai giorni nostri, nel 2011. Ai giorni nostri Edoardo è il titolare di un’agenzia pubblicitaria e Gloria è una giornalista. I due protagonisti moderni sono legati a due compagni di vita e sono ossessionati da un sogno strano in cui ognuno di loro sogna di incontrarsi con un uomo, o una donna, a seconda dei casi, misteriosa. Questo sogno provoca ai due problemi a dormire bene e ha delle ricadute, non poche, nella vita quotidiana rendendoli svagati e improduttivi sul lavoro. Un giorno Gloria scopre, grazie alla sua cara amica e collega di lavoro Paola, che la settimana seguente dovranno recarsi in Inghilterra in un casato nei pressi di Londra per un servizio di colore per conto del giornale. Facendo delle prime ricerche Gloria scopre che tutto di quel posto si adatta al paesaggio che tanto ha popolato e sta popolando i suoi sogni.
Come finirà? Come si evolveranno le vicende di Edward e Glory e di Edoardo e Gloria? Per scoprirlo vi invito a gustarvi questa splendida e delicatissima storia d’amore. Leggenda di un amore eterno è una storia che avvince e rende impossibile abbandonare la lettura fino a che non si è terminata l’ultima pagina. Questo grazie allo stile impeccabile dell’autrice, la splendida Monica Pasero, che sa descrivere i sentimenti come nessuno in questi anni. I personaggi sono ben delineati, sia dal punto di vista della descrizione esteriore che per la descrizione propria della personalità, gli ambienti sono sempre realistici e credibili e il linguaggio è pulito, delicato ed elegante. Insomma un romanzo che non può mancare nella vostra libreria.
Leggete Leggenda di un amore eterno e lasciatevi trascinare nella vicenda, narrata stupendamente e in maniera delicata, lasciandovi deliziare dallo stile di Monica Pasero, una talentuosa ed elegante scrittrice che riesce a rendere poetica anche la prosa, in questo aiutata dal fatto di essere anche una valentissima e talentuosissima poetessa."
Nonostante le manchevolezze di questa mia presentazione vi assicuro che "Leggenda di un Amore Eterno" è un libro che incanta e cattura! :)
Non mi resta altro che augurare a tutte e tutti voi Buona lettura!

Grazie a tutte e tutti voi per la pazienza e l'attenzione e a presto! :)
Buona serata!

Con simpatia! :)

Un delitto di Georges Bernanos


Salve a tutti!

Ormai ci ho preso gusto con i miei "consigli di lettura". :)
Quest'oggi vi consiglio l'ultimo romanzo da me terminato di leggere, ovvero lo splendido e, credetemi, definirlo splendido è poco, "Un delitto" di Georges Bernanos.
La vicenda si svolge a Mégère, un paesino francese.
In una notte buia e piovosa arriva al paese il nuovo curato, un curato che brilla per alcuni particolari che lo fanno spiccare rispetto ai "normali" curati di quelle zone, più rudi e rozzi.
Il nuovo curato non è però l'unico a giungere a Mégère in quella notte. Nel paesino giunge infatti anche la morte sotto le spoglie di un delitto; delitto che vede come vittima la "vecchia signora del castello"...
La vicenda, che sembra chiudersi con il ritrovamento del corpo ormai allo stremo delle forze di un "presunto vagabondo" che, sulle prime, viene creduto l'autore del delitto della "vecchia signora".
La vicenda però si comincia a dipanare e ad arricchirsi via via di sempre nuovi particolari e dettagli che portano il lettore su una serie di "piste" tutte plausibili fino a che l'autore, al termine del romanzo, rivela quella che è la verità circa l'oscura vicenda narrata in "Un delitto". Il romanzo si conclude poi con il ritrovamento, nel fiume, del cadavere sfigurato di un giovinetto di quindici anni del quale si dispera di venire a capo dell'identità.

Grazie per l'attenzione e la pazienza e Buona lettura!
Buon martedì pomeriggio e a presto!

Con simpatia! :)

lunedì 29 luglio 2013

Un giorno d'estate


Salve a tutti!

Questo è un intervento smaccatamente pubblicitario a favore di un libro, d'altronde questo è un blog che intende parlare soprattutto di libri; libri che colpiscono la mia fantasia e il mio interesse.
Questo libro in particolare l'ho scoperto grazie all'offerta del giorno che Amazon.it propone su un ebook scelto, credo, a caso ogni giorno.
Quest'oggi è toccato appunto a "Un giorno d'estate" di John Banville.
Questo romanzo mi ha subito ingolosito, da buon amante del genere giallo e subito sono andato a spiare sul sito della nostra biblioteca cittadina se per caso ci fosse una copia di questo romanzo da poter prendere a prestito e...
Sorpresa! Sorpresa!
C'è ed è anche qui a Sondrio quindi domani mi fionderò in biblioteca a recuperare la "mia" copia di questo romanzo di John Banville.
Come posso presentarvi al meglio questo romanzo non avendolo ancora letto?
Beh...
Non potendo certo parlarvene in prima persona, per così dire, prendo a prestito la sinossi presente sul sito di Amazon.it: "Dick Jewell, magnate dell'editoria nel fiore degli anni, è morto: il cadavere, orrendamente mutilato, giace riverso nell'ufficio sopra le scuderie nella sua tenuta di campagna, il fucile ancora stretto tra le mani. All'apparenza parrebbe un suicidio, ma qualcosa non torna: Diamond Dick, come lo chiamavano i suoi detrattori, non era proprio il tipo da commettere atti inconsulti e non ha lasciato neanche un messaggio di commiato. D'altro canto, nessuno tra famigliari, dipendenti, concittadini e rivali in affari sembra particolarmente affranto per la sua scomparsa. Per l'anatomopatologo Quirke e l'ispettore Hackett, strappato suo malgrado a un placido pomeriggio domenicale di pesca, il bandolo da dipanare è quantomai intricato, perché tutto ciò che ruota intorno a Jewell e alle sue presunte attività benefiche rivela, a uno sguardo più attento, un lato oscuro, corrotto. E coloro che ne hanno a vario titolo condiviso l'intimità appaiono avvinti in un'inestricabile spirale di odio, vendetta e senso di colpa. Un gorgo che arriverà a sfiorare persino Phoebe, la figlia di Quirke, ancora una volta sua involontaria e preziosa alleata nelle indagini; David Sinclair, lo schivo e ignaro assistente; e in cui rischierà di cadere lo stesso anatomopatologo, fatalmente attratto dall'algida e fascinosa moglie di Jewell, la misteriosa Françoise d'Aubigny. E la verità, inseguita fino a Cap Ferrat, in una Costa Azzurra abbacinata dal sole e vivida quanto un fondale dipinto, sarà per Quirke la conferma di un presentimento: di chi, pur sapendo, ha scelto di «passare dal lato della notte»."

Fatto questo non mi resta che augurarvi Buona lettura!

Grazie infinite per l'attenzione e la pazienza e a presto! :)

Buona serata!

Con simpatia!

Leggere per poter scrivere

Salve a tutti!

È credenza diffusa quanto erronea che scrivere senza essere poi letti, senza riuscire a crearsi quella che utilizzando la terminologia del mondo televisivo potremmo chiamare una propria audience, sia pressoché inutile.
A sfatare questo modo di ragionare arriva Andrea Emo, filosofo allievo di Giovanni Gentile, tanto riservato in vita, il quale, in uno dei suoi aforismi così recita: "Non è necessario che ti leggano per scrivere, ma è necessario leggere per scrivere, perchè leggendo inspiri e poi scrivendo espiri".
Leggere e scrivere sono visti da Andrea Emo come una simbiosi inscindibile; due "movimenti" necessari l'uno all'altro come le due fasi della respirazione in cui la lettura deve precedere la scrittura affinchè questa sia svolta al meglio.
Una grande lezione di vita questa che ci viene da uno dei filosofi più prolifici a livello di testimonianze scritte nonchè dal più riservato dal punto di vista delle pubblicazioni in vita.
Grazie per l'attenzione e la pazienza e a presto!
Buon inizio di settimana!
Con simpatia!
posted from Bloggeroid

giovedì 25 luglio 2013

Bestsellers o riscoperte?

Salve a tutti!

Oggi vi propongo un "dilemma etico" per me che scrivo di libri. E' più giusto scrivere di quei libri che di per sé hanno una propulsione incredibile, sennò che bestsellers sarebbero, oppure cercare di far riscoprire o scoprire o ancora apprezzare appieno romanzi o comunque opere di scrittori magari anche famosi ma poco "digeriti"?
L'altro giorno parlando, via social network, con un amico ci siamo trovati a parlare dell'opportunità di cominciare a leggere e recensire "libri che vanno di moda" e ammetto che a me la cosa non è andata poi così a genio.
Intendiamoci...
Non è che a me non piacciano a prescindere i libri cosiddetti "modaioli". E' solo che credo che chi si occupa di letture e libri dovrebbe puntare a spingere non opere che si spingono già da sole ma dovrebbe, quasi come una sorta di dovere morale se non addirittura etico, come dicevo poc'anzi, fare in modo che i lettori del blog che cura scoprano o riscoprano autori e opere non così conosciute o apprezzate; che i lettori del blog si appassionino anche a libri che non siano superesposti mediaticamente.
Per esempio, in questi giorni vi sono parecchie ricorrenze di nascite di famosi autori non più così "bazzicati": ieri, 24 luglio, era la ricorrenza della nascita di Alexandre Dumas padre; oggi, 25 luglio, è l'anniversario della nascita di Elias Canetti e, in ordine cronologico, sabato prossimo, 27 luglio, sarà l'anniversario della nascita di Alexandre Dumas figlio e del nostro Vittorio Sereni.
Quindi perchè, tra un bestseller ed un libro "modaiolo", non infiliamo un libro di uno di questi autori? Ce ne sono in quantità, basta solo avere la voglia di procurarseli; magari ricorrendo a quei serbatoi praticamente inesauribili di libri che sono le biblioteche!
Io la butto lì!
Grazie a tutte e tutti voi per la pazienza e l'attenzione e a presto!
Buon giovedì e Buone letture!
Con simpatia!

giovedì 11 luglio 2013

Un'esperienza straordinaria

Salve a tutti!

Oggi pomeriggio voglio parlarvi di me e di una delle mie esperienze di viaggio. Io adoro viaggiare e nei miei quasi trentanove anni di vita ho visitato una serie di luoghi ricavandone una serie di esperienze e di storie che poi, da buon logorroico in fatto di scrittura, ho riversato in una serie di "diari di viaggio" poi pubblicati, per la stragrande maggioranza grazie alla Lulu.com casa editrice di selfpublishing americana.
Tra questi viaggi quello che mi è rimasto più impresso, più "dentro" diciamo così, è stato ed è, senza alcun dubbio, il pellegrinaggio compiuto, saranno tre anni il prossimo ottobre, con un gruppo di altri pellegrini nel luogo in cui si sono verificate le apparizioni mariane più recenti della storia, almeno a quel che mi è dato sapere: Medjugorje. In questo luogo si sperimentano davvero situazioni che non è retorico definire "speciali". C'è un'aria e un'atmosfera diversa a Medjugorje, qualcosa che non si ritrova in altri luoghi.
A Medjugorje non conta "far tutto", ovvero partecipare a tutte le "attività" che, diciamo così, per programma,  sono previste. A Medjugorje chiunque può sentirsi immerso nell'atmosfera anche solo restando nella propria camera d'albergo o girando per il paese. Come ho detto l'aria è diversa e densa di una "presenza" tutta speciale, una "presenza" che calma e rende partecipe chiunque della particolarità del luogo.
Per poter testimoniare appieno questa mia esperienza particolare e speciale vi propongo due "esperienze" da poter fare comodamente seduti da casa vostra: guardare le fotografie (alcune scattate dalla mia mamma, ve l'anticipo!) caricate sul mio profilo di Flickr.com. La seconda è un'esperienza riservata agli amanti della lettura. Si tratta dell'acquisto e della lettura di quello che è il "diario di viaggio" che da quella straordinaria esperienza che mi è stata data la grazia di sperimentare ho tratto.
Lo so! Messa così sembra la più classica delle "marchette" del tipo "accattatevi 'o mio libro"! In parte, forse, lo è anche. Però ci tengo a che abbiate questo mio libro perchè vi ho raccolto, oltre a quello che è il "diario di viaggio" vero e proprio, anche alcuni "racconti di contorno" riguardanti sia fatti accaduti o dei quali sono venuto a conoscenza durante il pellegrinaggio a Medjugorje ma anche ritratti di alcuni dei miei compagni di viaggio.
Se, prima dell'acquisto del mio libro, foste curiosi di saperne qualcosa di più vi rimando ad una recensione che del mio "Diario da Medjugorje", questo il titolo del mio "piccolo libro", ha fatto il sito "Viaggi Medjugorje".
Vi ringrazio per la pazienza e l'attenzione e vi do l'arrivederci alla prossima occasione!
Buon pomeriggio a tutte e tutti voi! :)

Con simpatia!

mercoledì 10 luglio 2013

Ebooks gratuiti

Salve a tutti!

Stavolta passo di qua per farmi un pochino di sana pubblicità!
Da ieri sera due miei ebooks sono disponibili per il download gratuito dal sito di WritingsHome.com.
Sono ebook che trovate anche in vendita a pagamento ma qui sono gratis! :)
I due ebook che ho deciso di regalare, puntando sul fatto che vengano letti da un pubblico il più
 vasto possibile sono, in ordine di comparsa sul sito: "Io e Pirandello" e "Storie londinesi". Per poterveli regalare non dovete far altro che cliccare sui link incorporati ai titoli e... Buona lettura!
Grazie a tutte e tutti voi per l'attenzione e arrivederci alla prossima! :)
Buon pomeriggio!
Con simpatia! :)

martedì 9 luglio 2013

Un evento "Sociale" importante

Salve a tutti!

Stavolta non sono qui per autopromuovermi ma per dare spazio ad un evento importante che si terrà i prossimi 18 e 22 luglio.
Il luogo in cui l'evento in questione verrà rappresentato è un luogo "Sociale" molto conosciuto, specie ai giorni nostri, dato che si tratta del Social Network per antonomasia, ossia Facebook.
Quindi, carissimi amici, non abbiamo alcuna scusa valida per "bigiare" questo evento vista la comodità del "luogo" in cui verrà tenuto!
Per qualunque tipo di informazione inerente all'evento il cui titolo sarà, non l'avevo ancora detto, scusate, "Quando la poesia diventa coraggio" vi invito a cliccare o sul titolo dell'evento stesso oppure qui.
Grazie a tutte e tutti voi per l'attenzione e arrivederci alla prossima!
Buona notte!
Con simpatia! :)

Come volevasi dimostrare

Salve a tutti!

Comincio questa nuova avventura blog senza scrivere un'introduzione ma lanciandomi subito nel vivo delle discussioni che, mi auguro, animeranno queste pagine d'ora in avanti.
Dunque…
Qualche sera fa, chattando con un'amica su Facebook, ci si chiedeva per quale motivo tante persone, tanti lettori, siano disposti a spendere fior di Euri per acquistare l'ultimo bestseller di un nome noto del panorama letterario salvo poi magari lamentarsene e non siano altrettanto disposti a "rischiare" pochi Eurini su un libro di un autore non noto.
E, appunto come dico nel titolo di questo primo intervento "Come volevasi dimostrare", la sera dopo ecco comparire, stavolta su Twitter, un "cinguettio lamentoso" di un lettore che lamentava, scusate il bisticcio di termini, il fatto di aver speso dieci Euro (ognuno) per acquistare le ultime "fatiche" di Dan Brown e Donato Carrisi (in ebook) proclamando la propria delusione per delle opere che,secondo lui, vivono di luce riflessa del successo rispettivamente de "Il codice Da Vinci" e de "Il suggeritore.
Ecco!
Con i grossi nomi è così: prima si acquista il libro (o l'ebook) e poi ci si lamenta; con i nomi nuovi invece ci si lamenta di costi netramente inferiori (specie per gli ebook) e non si da loro mercato.
Perchè anzichè, o oltre a, acquistare i libri dei "soliti noti" non si da fiducia ad un esordiente una volta tanto?
Io la butto lì!
Fatemi sapere che cosa ne pensate!
Alla prossima!
Con simpatia!

posted from Bloggeroid