Pubblicità Beruby Italia

Promozione IoArte

mercoledì 21 agosto 2013

Giovani uomini al loro primo comando

  
Salve a tutti!

Altra notte, altro "consiglio di lettura"!
Anzi...
Oggi voglio esagerare e, come potete notare anche da voi, raddoppio la dose. Stanotte infatti vi voglio proporre, in combinata, sia "La linea d'ombra" che "Il compagno segreto". Questa mia decisione non è stata dettata dai soli fatti che sono entrambi romanzi di Joseph Conrad e che sia entrambi ambientati nell'Oceano indiano praticamente nelle stesse zone.
No!
La mia decisione è stata dettata anche da un'altra particolarità che accomuna questi due romanzi, romanzi che io ho letto in questi ultimi giorni e proprio anche nell'ordine nel quale li vedete visualizzati qui sopra.
Quest'altra similitudine sta nel protagonista che è, in entrambi i casi, un giovane marinaio il quale si trova alle prese con la propria prima volta al comando di una nave o, come viene detto nei due romanzi, col proprio "Primo comando".
In entrambi i casi la nomina a Comandante arriva a sorpresa.
Dove però ne "La linea d'ombra" il giovane Comandante considera fin da subito "sua" la nave della quale si è assunto l'onere del comando, ne "Il compagno segreto", il giovane Comandante si sente un estraneo, nè più nè meno come l'ospite che sale a bordo in una notte nella quale il giovane Comandante si assume l'incarico del primo turno di veglia.
Tale e tanta è la convinzione del protagonista de "Il compagno segreto" di essere un estraneo a bordo della nave della quale ha assunto il comando che arriva a considerare l'ospite misterioso quasi un suo doppio nonchè un confidente, anzi l'unico confidente sulla nave.
In entrambi i romanzi i due giovani comandanti dovranno dimostrare, in modi diversi, il proprio valore e la propria tempra umana.
Personalmente mi sento di consigliare, caldamente, la lettura de "La linea d'ombra" e "Il compagno segreto" di Joseph Conrad e magari, proprio come ho fatto io, uno di seguito all'altro (l'ordine lo lascio scegliere a voi!). Potrete così, non solo gustarvi due romanzi che, pur nella loro relativa brevità, vi appassioneranno ma potrete vivere in prima persona l'esame che i due giovani protagonisti dovranno superare; una prova di coraggio che li rivelerà essere, nonostante la giovane età, veri uomini, in grado di assumersi, in prima persona, responsabilità onerose.

Grazie a tutte e tutti voi per la pazienza e l'attenzione e arrivederci al prossimo "consiglio di lettura"!
Buona notte e Buona lettura!

Con simpatia! :)