Pubblicità Beruby Italia

Promozione IoArte

mercoledì 7 agosto 2013

I due solutori


Salve a tutti!

Dopo qualche giorno di vacanza torno con i miei "consigli di lettura".
Questa sera voglio proporvi un libro di racconti gialli uscito dalla fantasia sconfinata di Agatha Christie, la Signora anzi la Dama del Giallo. Protagonisti, perchè di due protagonisti parliamo nonostante il titolo alluda solo ad uno dei due, "Il misterioso signor Quin", sono infatti due personaggi fuori dagli schemi e dai canoni usuali di Agatha Christie. Il primo di questi è "lo spettatore di drammi umani" Mister Satterthwaite; il secondo è, ovviamente, il misterioso signor Harley Quin, "l'uomo che viene e va", colui che, sul più bello arriva ed aiuta gli altri personaggi, il signor Satterthwaite in primis, ad incanalare le idee e le osservazioni nella direzione giusta, facendo osservare sempre le cose nella luce più adatta perchè si possa giungere alla soluzione dei vari enigmi che, di volta in volta, vengono proposti nei racconti che compongono questa straordinaria raccolta; racconti che, non a caso, la stessa autrice ha definito, testuali parole prese dalla copertina della mia edizione de "I Classici del Giallo Mondadori", come "I racconti che preferisco".
E se lo dice una come Agatha Christie che di racconti gialli e di BEI racconti gialli ne ha scritti non pochi ci si può fidare, no?
Personalmente posso dire, in corso di lettura, di dare pienamente ragione alla signora Christie! Il signor Satterthwaite e il "misterioso" signor Harley Quin sono una delle coppie di investigatori, chiamiamoli così per comodità anche se essi non sono propriamente degli investigatori quanto più degli "indagatori a posteriori", quasi degli "studiosi di vecchi crimini"; meglio assortite della letteratura poliziesca. Ho chiamato Mister Satterthwaite e Mister Quin "studiosi di vecchi crimini" in quanto loro si occupano di riesaminare crimini che la polizia non è riuscita a suo tempo a risolvere, non perchè non ne avesse i mezzi o, Dio ce ne guardi, le possibilità, ma, semplicemente perchè ha avuto lo svantaggio di dover operare "a caldo", senza godere della possibilità di esaminare i vari casi a mente fredda.
Leggete, anzi gustatevi, anche voi "Il misterioso signor Quin" e lasciatevi avvolgere dalle atmosfere che ogni racconto di questa raccolta riesce a creare e, perchè no, tentate di giungere alla soluzione prima dei due impareggiabili personaggi! :)

Vi ringrazio per la pazienza e l'attenzione e vi do l'arrivederci al prossimo "consiglio di lettura"!
Buona serata e Buona notte a tutte e tutti voi! :)

Con simpatia! :)