Pubblicità Beruby Italia

Promozione IoArte

sabato 7 dicembre 2013

Betty di Roberto Cotroneo

Salve a tutti!
Dopo qualche giorno di assenza torno tra voi con un nuovo "consiglio di lettura". Questa volta protagonista è il romanzo di Roberto Cotroneo intitolato "Betty". Questo romanzo vede come protagonista principale Georges Simenon, un Georges Simenon ormai vecchio e malato. In questo romanzo il "papà" del commissario Maigret torna nella sua isola preferita, Porquerolles, nel sud della Francia, spinto dalla moglie Teresa. Qui si trova protagonista di una vicenda oscura e misteriosa. Una donna, Pauline Girard, si è fatta talmente ossessionare dall'opera di Simenon ed in particolare dal suo romanzo "Betty" da voler ricalcare la figura e la vita e per i particolari che divergevano Pauline in arte Betty ha provveduto a risolvere creando dettagli fantastici che coincidessero con la vicenda della "Betty" di Simenon.
Ma non è solo il romanzo "Betty" ad ossessionare la Betty di Porquerolles ma anche l'ultimo libro di Georges Simenon, quello dedicato alla figlia Marie-Jo ed alla sua morte per suicidio, "Memorie intime". Infatti la Betty di Porquerolles si inventa, quasi come un tocco da maestra, una figlia suicida. Già la presenza di una donna ossessionata da lui e dalla sua opera sulla sua isola prediletta inquieta Simenon ma quando Pauline Girard muore assassinata e tutti, dal commissario al medico locale ad un giovane fotografo, si rivolgono a lui in qualità di esperto prima e di "persona informata sui fatti" poi, questo contribuisce a precipitare Georges Simenon in un baratro di ricordi, per lo più legati alla figura della figlia morta suicida. La vicenda, oscura e drammatica, si conclude, se si può dire conclusa, con un finale aperto. Chi sarà, in fin dei conti, il vero colpevole della morte di Pauline Girard, la Betty di Porquerolles? Il marito dal quale viveva separata da anni e che ha voluto consumare una vendetta tardiva per qualche arcano motivo? O sarà Marc, il giovane fotografo? Oppure sarà il dottor Rigaud, il medico dell'isola, innamorato di Pauline Girard così come Marc? Ai possibili colpevoli si aggiunge lo stesso Simenon, colpevole, secondo il dottor Rigaud, di aver traviato, con i suoi romanzi la povera Pauline.
La risposta ultima ai lettori di questo bellissimo romanzo di Roberto Cotroneo che, traendo spunto da un quaderno nel quale Georges Simenon ha raccolto alcune note sul caso Pauline Girard, ci guida in una vicenda che è in parte un libro di memorie ed in parte un giallo psicologico ed un viaggio nella vita e nella mente di una donna ossessionata dall'opera di colui che è lo scrittore più prolifico di Francia! Un libro consigliatissimo e che vi incatenerà alle sue pagine grazie anche alla scrittura cristallina di Roberto Cotroneo!
Grazie a tutte e tutti voi per la pazienza e l'attenzione e arrivederci alla prossima!
Buon sabato pomeriggio e, come sempre, Buona lettura!
Con simpatia! :)