Pubblicità Beruby Italia

Promozione IoArte

venerdì 13 dicembre 2013

Il vocalizzo del freddoloso

Salve a tutti!

Torno tra voi dopo una settimanella o giù di lì dalla mia "ultima volta" tra queste pagine e lo faccio per raccontarvi la mia ultima gaffe degna di nota...
Dunque...
Il tutto si è svolto qualche mattina fa, mi pare fosse martedì ma non ne sono del tutto sicuro.
Vabbè...
Il fattore tempo nelle gaffes conta quel poco.
Sia come sia era una mattina piuttosto freschetta, tipica delle mie zone in questo periodo.
Avevo appena finito di inviare il Buondì alla mia "amica speciale" e, dato che il mio nuovo smartphone si comporta come le porte delle banche e non riconosce il tocco di una mano guantata, io avevo provveduto all'invio del suddetto messaggino con le mani nude. Non volendo fare favoritismi avevo infatti tenuto senza guanto anche la mano destra. Terminata l'operazione e ritrovandomi con le mani ad una temperatura molto prossima al sottozero ho provveduto, una volta riposto il telefono prima nella sua custodia e poi nella tasca del piumino, ad infilarmi i miei caldi guanti di pile.
Ed ora veniamo al dunque della questione.
Dovete infatti sapere che io sono solito esprimere le mie sensazioni con vocalizzi (leggi versi e versetti vari!) e quella mattina, trovandomi due pezzi di ghiaccio muniti di dita al posto delle mani non mi sono risparmiato a livello di vocalizzi. Nel momento in cui mi infilavo i guanti ho provveduto ad esternare la mia sensazione di freddo. Però non l'ho fatto, come un qualunque normale essere umano, con un semplice "Brrrrr che freddo!"! No! Io ho provveduto ad arricchire il vocalizzo e ne è uscito un "Brrrrrrrrrrrrrrrrrrrummmmmmmmmmmm!" Solitamente, v'è da dire, io cerco di essere il più riservato possibile in queste mie "esibizioni" e di metterle in scena, diciamo così, senza troppo pubblico. Quella mattina però, vuoi perchè ero soprappensiero vuoi per chissà quale altro arcano motivo, non mi sono reso conto di aver davanti un uomo il quale, all'udire quel vocalizzo si è scostato, forse pensando di aver dietro di sé un passeggino o una sedia a rotelle il cui occupante stesse chiedendo strada. Accortosi che dietro c'ero solo io mi ha appoggiato una mano sulla spalla ed ha detto un qualche frase di circostanza. Se mi chiedete quale frase di preciso io mi vedo costretto a deludere le vostre attese in quanto resomi conto della presenza di pubblico alla mia ultima esibizione da "rumorista" mi stavo esibendo in tutte le mie "Cinquanta (miliardi) sfumature di rosso"! :)
Nel frattempo ho accelerato il passo in modo da levarmi, il più in fretta possibile, da quella imbarazzantissima situazione e potermi scombisciolare di risate in santa pace ripensando alla mia ENORME GAFFE!
Altro che "Ops! Che figura!"! :)

Grazie a tutte e tutti voi per la pazienza e l'attenzione e arrivederci alla prossima!
Buona serata e, come sempre, Buona lettura! :)

Con simpatia! :)